venerdì 29 marzo 2013

La Pastiera Napoletana, biscotti decorati e tanti auguri di buona Pasqua

Eccomi veloce veloce, a postare un pezzetto della mia PASQUA!
Quest'anno pastiera Napoletana per tutti...ma proprio tutti dato che ne ho sfornate ben sei!Mi sono dilettata nella preparazione di questa favolosa ricetta ,che richiede ben due giorni di preparazione...ma voi lo sapevate gia' vero??
E allora,da chi prendere la ricetta originale Napoletana,di sicura riuscita???
La risposta e' ovvia,dalla mia cara Minu' ,infatti non ho avuto alcun problema nel riprodurla e il risultato e' stato ottimo!
Vi lascio le immagini,giudicate voi stessi...

 
PASTIERA NAPOLETANA (ricetta presa dal blog il goloso mondo di minu')

La ricetta originale impone che la pastiera sia preparata in 2 giorni.


Ingredienti (per 2 pastiere di 18 cm/1 kg ognuna):


Per la pasta frolla:


500 g di farina
200 di strutto (in alternativa burro)
200 di zucchero
4 uova (3 intere e 1 tuorlo)


Per l'impasto interno:


500 g di ricotta di pecora (in alternativa ricotta di vaccino molto asciutta)
400 g di zucchero
300 g di grano cotto
350 ml di latte
1 cucchiaio di strutto (in alternativa burro)
scorza di 1 limone
5 uova
40 ml di acqua di fiori d'arancio (io poche gocce di aroma fiori d'arancio)
60 ml di acqua di millefiori(io no)
1 cucchiaino di cannella

1 bustine di vanillina
80 g di scorza d'arancia candita (io no ho messo scorza di arancia non trattata)


Procedimento:

1 GIORNO: (di solito la sera prima di fare la pastiera)

Preparate la crema di ricotta, mescolando la ricotta con 200 g di zucchero, dopodichè passatela al setaccio o in un passaverdure dalla maglia molto stretta (dovrete ottenere una crema molto fine) e conservatela in frigorifero per 12 ore.
In una casseruola mettete il grano con 300 ml di latte, 1 pizzico di cannella, lo strutto e la scorza di limone, fate cuocere a fiamma bassa finchè il latte si assorbe completamente e il grano diventa una crema bella densa, ma non troppo asciutta. Togliete la scorza di limone e conservate in un luogo fresco per 12 ore.


Preparate in anticipo anche la pasta frolla: formate una fontana con la farina e aggiungete lo strutto (o il burro) e fatelo assorbire dalla farina sfregando con le dita fino ad ottenere un composto sabbioso.
Aggiungete a questo punto lo zucchero, la scorza di limone e le uova e impastate velocemente senza lavorare troppo il composto, per evitare che il grasso si scaldi troppo, compromettendo poi la friabilità della frolla.
Avvolgete la pagnotta di frolla nella pellicola e ponetela in frigo fino al momento di utilizzarla.


2 GIORNO:

In un recipiente montate a crema i tuorli con i rimanenti 200 g di zucchero, quando il composto di uova e zucchero sarà diventato chiaro e spumoso unite la ricotta e lavorate il composto per amalgamare il tutto, unite poi la crema di grano e continuate a lavorare il composto, quando questo apparirà ben amalgamato in tutti i suoi ingredienti aggiungete l'aroma di fiori d'arancio, la cannella e la buccia dell'arancia non trattata. tagliata , quindi mescolate bene con una frusta a mano.

A parte montate a neve gli albumi, quando saranno belli sodi incorporateli al composto mescolando delicatamente dal basso verso l'alto. Il nostro impasto interno è pronto!

Imburrate e infarinate 2 tortiere da 18 cm di diametro alte 6 cm, stendete la frolla come fate per la crostata, bucherellatela con i rebbi di una forchetta e riempitela col composto fino a raggiungere quasi l'orlo della frolla.
Ritagliate delle striscioline che andrete a disporre come per le crostate.

Infornate a 155° - 160° per circa 2 ore (la cottura della pastiera deve essere lenta, affinchè l'interno raggiunga la giusta consistenza e la giusta "succosità").
Una volta sfornata, se ci riuscite, lasciatela riposare in un luogo asciutto per 1 giorno prima di mangiarla.

*Durante la cottura la pastiera si gonfierà molto e le striscioline di frolla si spaccheranno un pò, è normale. Una volta sfornata, poi, raffreddandosi riprenderà la sua "forma" originale.

 


 RICETTA:

200 GR DI ZUCCHERO AL VELO
250 GR DI BURRO AMMORBIDITO
500 GR DI FARINA
1 BUSTINA DI VANILLINA
1 UOVO

PER LA COPERTURA AL CIOCCOLATO:

250 GR DI CIOCCOLATO FONDENTE
ZUCCHERINI COLORATI
MINI SMARTIES
PASTA DI ZUCCHERO

PROCEDIMENTO:

IN UNA CIOTOLA ROMPETE L'UOVO,UNITE IL BURRO CHE DOVRA' ESSERE MORBIDISSIMO E LO ZUCCHERO AL VELO,MISCHIATE BENE GLI INGREDIENTI E QUANDO OTTERRETE  UN COMPOSTO UNIFORME AGGIUNGETE LA FARINA E LA  VANILLINA , LAVORATE  L'IMPASTO FINO AD OTTENERE UN PANETTO OMOGENEO.CONSERVATELO IN FRIGO PER ALMENO 1 ORA METTENDOLO IN UN SACCHETTO DI PLASTICA.PRENDETE L'IMPASTO E STENDETELO SU UNA SPIANATOIA APPENA INFARINATA,QUANDO SARA' DELL'ALTEZZA DI CIRCA 1/2 CM PRENDETE LE FORMINE E TAGLIATE,(IO HO PRESO LE SAGOME DA INTERNET ,LE HO STAMPATE,POI LE HO RITAGLIATE )
METTETE I BISCOTTONI SU DELLE TEGLIE RICOPERTE DI CARTA FORNO.ACCENDETE IL FORNO A 180° E CUOCETE FINO A DORTURA.

UNA VOLTA FREDDI,METTETE LA CIOCCOLATA A SCIOGLIERE A BAGNO MARIA E INIZIATE A DECORARE I BISCOTTI,AGIUNGETE A PIACERE ZUCCHERINI COLORATI E DECORAZIONI IN PASTA DI ZUCCHERO.

 
AUGURI DI BUONA PASQUA !!!!



venerdì 22 marzo 2013

Ferri di cavallo con frittole e castagne,di Giacomo Picariello

Questa interessantissima ricetta mi e' stata mandata via mail da Giacomo,che vuole partecipare al mio giveaway ,ha lasciato insieme alla ricetta una dettagliata descrizione delle origini di questo pane...eccola tutta per voi...




La mia ricetta appartiene alla tradizione Montellese, un paese (Montella) in provincia di Avellino, cuore dell'irpinia.
La preparazione è molto semplice e gli ingredienti sono quelli poveri contadini e tipici del luogo:
le castagne e le "frittole" o ciccioli.
Veniva fatto nel momento in cui veniva "sacrificato" il maiale, fonte importantissima di sostentamento per molte famiglie.
Proprio dall'animale considerato oggetto di culto dai Montellesi, venivano ricavate le "frittole", parte grassa e croccante del maiale, da cui veniva separato mediante una lunga cottura lo strutto.
Essendo Montella un paese rinomato per le castagne, qualcuno si sarà divertito a combinare i due ingredienti "iperenergetici" insieme ed a metterli nell'impasto del pane.
Io ho deciso di darvi la forma di ferro di cavallo.
Beh lascio giudicare a voi il risultato!!!!

Ferri di cavallo con "frittole" e castagne

Ingredienti:
250gr farina di semola rimacinata di grano duro;
250gr farina di tipo "0";
acqua;
10gr olio extravergine d'oliva;
15gr lievito di birra fresco;
1 cucchiaino di zucchero;
15gr sale fino;
50gr "frittole" o ciccioli;
70gr castagne lesse già pulite.

Impastare le farine con il lievito sciolto nell'acqua e zucchero, olio e per ultimo il sale.
Far lievitare l'impasto coperto da un canovaccio umido in un luogo che non superi i 23°C fino al raddoppio del volume.
Nel frattempo tritare grossolanamente i ciccioli e le castagne.
Riprendere l'impasto ed aggiungerveli incorporandoli per bene.
Far lievitare una seconda volta il panetto fino al raddoppio.
Ora dividerlo in 5 parti e formare dei salsicciotti a cui viene data la forma di ferro di cavallo.
Far lievitare nuovamente sulla placca del forno ricoperta di carta da forno per circa 30min.

Cuocere per circa 25min in forno caldo a 220°C, abbassando la temperatura a 180°C quando viene messa la teglia in forno.
Gli ultimi 5min è consigliabile farli con lo sportello semiaperto, magari mettendo un mestolo di legno in modo da lasciarli 2cm di apertura.
Ecco pronto il vostro pane con "frittole" e castagne, ottimo da mangiare da solo o con un formaggio o del buon miele.
Buon appetito!!!!
:-)

sabato 16 marzo 2013

COMPLIBLOG...ALLORA GIVEAWAY!!!

Sembra incredibile che siano trascorsi gia' 2 anni ,da quando timidamente decidevo che nome dare al mio blog,La Dolce Vita.Se avessi mai avuto l'opportunita' di aprire un locale tutto mio, si sarebbe chiamato proprio cosi'...
Anche se non ho potuto realizzare questo sogno(per ora,non rinunciamo mai ai nostri sogni),sono tanto felice di essere riuscita a trovare un angolino per sfogare il mio estro in cucina...e vi ringrazio per le meravigliose ricette che tutte voi condividete con me.Ne faccio tesoro.
Ora arriviamo al punto,Il Giveaway che voglio lanciare e' dedicato al pane...perche' lo adoro!!!Potra' essere un pane dolce o un  pane salato,come preferite,ecco le regole:

1)Possono partecipare tutte le persone che ne avranno voglia (con blog o no).
2)Se volete,se vi piace il mio blog, diventate mie sostenitrici.
3)Avrete tempo per postare le ricette fino al 16 di Aprile(solo ricette postate dal 16 marzo)
4)La ricetta o le ricette(max 2)dovranno essere correlate da almeno una foto.
5)Il pensierino che assegnero' alla ricetta vincente e' inerente al Giveaway.
6)Inserite il banner del giveaway nella home page del vostro blog...grazie!

Allora siamo pronti a partire?!!!


RICETTE IN GARA:

PAGNOTTA AI SEMI DI LINO...CAROTINA ABBRUSTOLITA
FOCACCIA ALLO ZAFFERANO E PORRI...UNA V NEL PIATTO
PANE SEMI INTEGRALE AI SEMI DI LINO...I BISCOTTI DELLA ZIA
PANINI ALLA QUASI PANCETTA...DOLCEAMARO
TRECCIA DI PASQUA MOLISANA...LA CUCINA DI MAMMA LOREDANA
BUCHTELN AL LEMON CURD...ZUCCHERO E ZENZERO
FEERI DI CAVALLO CON  FRITTOLE E CASTAGNE...GIACOMO PICARIELLO
PANE DOLCE ALLE MELE...SALE ZUCCHERO E CIOCCOLATA
PANE DI CASA SICILIANO AL FINOCCHIETTO...DOLCI ARMONIE
DAMPFNUDELN GNOCCHI AL VAPORE...LE DELIZIE DI FELI
PAN CONIGLI...DI BUON GUSTO
PANINI ALLA ZUCCA...DOLCE FORNO
PAN DOLCE AL CIOCCOLATO...AGLIO OLIO E CIOCCOLATO
TRECCIA DOLCE...PEPPE AI FORNELLI
PANE SARACENO IN CASSETTA...A TUTTA CUCINA
PANE CON FICHI SECCHI E NOCI...SOUL AND KITCHEN
TRECCIA AI SEMI DI LINO...LA CUCINA DI MOLLY
UN SOFFIO DI POLVERE DI CANNELLA...FOCACCIA DOUBLE FACE
PANE DI SEGALE INTEGRALE E SEMI DI FINOCCHIO...GOCCE DARIA
PANINI ALL'OLIO RIPIENI...BIETOLINA IN CUCINA
CIABATTINE  INTEGRALI CON LIEVITO MADRE...CON UN POCO DI ZUCCHERO
PANE CON LIEVITO MADRE...LA CUCINA DI MAMMA LOREDANA
PANE SEMPLICE...LE MILLE E UNA PASSIONE
FILONE CON PASTA MADRE...CI PENSA MAMMA
PANINI ALL'OLIO...CRIMINI IN CUCINA
UN PANINO SPECIALE...UN ARBANELLA DI BASILICO
STORIA DI UN PANCARRE'...MAGIE DEL FORNO
PAGNOTTINE PROFUMATE AL ROSMARINO...I DOLCI DI LORY
PLUMCAKE PARMIGIANO PEPE NERO E CURCUMA...EIGHTDAYSWEEK
PANE SOFFICE IN CASSETTA CON FINOCCHI...DOLCEMENTE INVENTANDO
PANINI ALL'OLIO...NON SOLO PICCANTE
CASATIELLO QUASI LIGHT...CUCINE CON VISTA
BABKA LITUANA AL CACAO E NOCCIOLE...UN'ALTRA FETTA DI TORTA
PAIN D'APIE...MESTOLI IMPAZZITI
PANE INTEFRALE AI 5 CEREALI...GOCCE D'ARIA
FOCACCIA PUGLIESE...TRA FORNELLI E PENNELLI
FOCACCINE ALLA RICOTTA...LA MIA CUCINA IMPROVVISATA



giovedì 14 marzo 2013

Ravioli grezzi ricotta e pistacchi

Le Ricette dei primi piatti,sono una delle mie ultime passioni,quando andavo in un ristorante e' l'unica cosa che ordino...apparte il dolce si intende^^ ,questo e' uno di quelli che mi ha colpito.La sfoglia non sottile,gialla e grezza unita al suo interno cosi' delicato mi ha conquistata!
Se preferite potrete tirare la sfoglia fino a renderla sottile,ma il loro bello e' proprio nell'essere belli corposi...io ne ho fatti 8 a porzione  e sono stati piu' che sufficienti.

                                                            Ravioli grezzi ricotta e pistacchi:
                                                         
                                                                  (dose per 46 ravioli)
per la pasta sfoglia  grezza
400 gr di farina 00
4 uova grandi
sale un pizzico

per il ripieno

300 gr di ricotta
25 gr di pistacchi tritati di bronte
noce moscata una spolverata
pepe e sale qb
2 cucchiai di parmigiano
5 foglioline tritate di menta

procedimento:

Mettete su una spianatoia la farina a fontana.Al centro inserite le uova e il pizzico di sale.Poco alla volta amalgamate le uova alla farina,lavorate energicamente fino ad ottenere un panetto compatto e liscio.Coprite l'impasto con la  pellicola e mettete in frigo per almeno 30 minuti.
Nel frattempo preparate il ripieno mettendo la ricotta in una ciotola,unite il parmigiano la noce moscata il sale il pepe,e per finire la menta tritata e i pistacchi tritati.Amalgamate bene il tutto e inserite il composto in una sac a poche usa e gatta,praticate un taglietto di un cm circa.Mettete in frigo.
Una volta passato il tempo di riposo della pasta,iniziate a stenderla su una spianatoia spolverata di farina.Stendete fino ad uno spessore di un millimetro circa.Io ho preso lo stampino del raviolo tondo e in una meta' di impasto ho pressato per lasciare l'impronta dove sono andata a depositare il ciuffo del ripieno.Con un pennellino appena bagnato con dell'acqua ho ripassato i bordi del raviolo,ho sovrapposto l'altra meta' dell'impasto e ho chiuso pressando con lo stampino.Una volta terminati,posizionateli su un vassoio ricoperto di carta forno e mettete a seccare nel congelatore.Una volta congelati potrete metterli nei saccheti per alimenti e conservarli.



lunedì 11 marzo 2013

Torta Mimosa all'ananas e...tanti auguri a me!!

Per il mio compleanno ho voluto realizzare la torta mimosa,sono nata il 9 marzo e per una volta ho voluto regalarmi la famosa torta dedicata alle donne...Facilissima da preparare devo ammettere che e' una delle torte piu' buone che ho mai fatto...non aspettero' un altro mio compleanno e ne la prossima festa della donna per riproporlo,questo e' certo!Non ho potuto fare le foto dell'interno perche' ero invitata a pranzo...ma era bellissima fidatevi!!

Ingredienti per una tortiera da 23 cm:

Per il pan di spagna:

210 gr di farina
210 ghr di zucchero
300 gr di uova
1 bustina di vanillina

Per la crema :

90 gr di zucchero
3 tuorli
50 gr di farina
500 ml di latte
aroma vaniglia
300 ml di panna fresca

per la bagna e la farcia :

un barattolo da 500 gr di ananas
1 bicchierino di gran marnier

Procedimento:

In una planetaria versate le uova e lo zucchero,azionate a massima velocita',il composto dovra' essere spumoso,che scenda a nastro.Incorporate la farina setacciandola a piu' riprese,mescolandola con una spatola con movimenti circolari che vanno dal basso verso l'alto.
Foderate la base della tortiera e i laterali ungendo appena con un po di burro,per fare aderire la carta.Accendete il forno a 180°,versate l'impasto nella tortiera e lasciate cuocere per  40 minuti.
Intanto preparate la crema,versate in un pentolino i tuorli d'uovo e lo zucchero,girate con un a spatola rendendoli chiari e gonfi.Unite la farina setacciata amalgamate bene e unite a filo il latte,sempre mescolando per non formare grumi.Unite l'aroma e mettete su fuoco basso.Girate continuamente fino a che la crema si addensera'.Lasciate freddare fuori frigo.Montate la panna fresca e unitela alla crema ormai fredda,delicatamente senza smontare il composto.Mettete in frigo.Prendete tutto il succo del barattolo dell'ananas e versateci il bicchierino di liquore.Trasferite il liquido in una bottiglina con beccuccio.Tagliate dei pezzetti di ananas(io ne ho utilizzate 4 fette tagliuzzate) e unitele alla crema conservandola sempre in frigo.Una volta pronto e freddato il pan di spagna,sformatelo e adagiatelo sul piatto da portata ,tagliate la calotta superiore del dolce,lasciate un po di bordo e svuotate il pan di spagna del suo interno,lasciando oltre ai bordi anche la base.Bagnate il dolce con il succo e il liquore .Mettete da parte un po di crema per ricoprire il dolce e unite invece  l'ananas alla crema per il riempimento.Versatela all'interno e livellate fino al bordo.Rovesciate la calotta che avevate tagliato e bagnate anch'essa.Ricoprite con la crema messa da parte e iniziate a tagliuzzare i pezzi di pan di spagna avanzati dell'interno,come se fossero dei ciuffetti di mimosa.Fateli aderire bene alla torta.Conservate in frigo fino al momento di consumarla.


lunedì 4 marzo 2013

gnocchetti di pane radicchio carciofi e besciamella

Oggi una ricettina gustosa...giusto per cambiare,invece dei soliti gnocchi di patate ho voluto provare questa ricetta e mi e' piaciuta molto,davvero buona!
Vi lascio gli ingredienti per preparare un primo piatto per due...

L'IMPASTO PER 2 PERSONE:

ingredienti:

100 gr di pane raffermo
300 ml di latte
1 cucchiaio di farina
1 uovo piccolo
1 cucchiaino di parmigiano
2 cucchiaini di erba cipollina disidratata (per me cannamela)
1 pizzico di sale
pan grattato qb

PROCEDIMENTO:

In una ciotola mettete il pane in ammollo con il latte,almeno una mezzora.Strizzate il pane e trasferitelo in un recipiente.Frullate il pane o in un mixer o con un frullatore ad immersione.Unite l'uovo,il sale,l'erba cipollina e la farina ,mescolate.Aggiungete poco pan grattato alla volta fino ad ottenere un composto un po' solido.

Su una spianatoia spolverata di farina stendete l'impasto in serpentelli.
Tagliateli a pezzetti e passateli appena nella farina.


PER IL CONDIMENTO:

1 carciofo
1 cuore di radicchio lungo
parmigiano qb
sale pepe 1 pizzico
olio qb

In una padella antiaderente versate due giri d'olio,  mettete il carciofo e il cuore di radicchio,lavati ,puliti e tritati finemente,salate e pepate a piacere,fateli cuocere alcuni minuti.Una volta scolati gli gnocchi ripassateli in padella con il condimento,versateli in una pirofila e guarnite con la besciamella e il parmigiano.Infornate a 200° per dieci minuti circa.Servite belli caldi.